IDENTITY





ITA

Quando l’Arte entra nel tessuto sociale diviene messaggio di possibilità e strumento d’inclusione, capace di trasformare le diversità in valore aggiunto per la creazione di nuovi orizzonti di pensiero, d’indagine e d’ispirazione. Identity nasce con l’idea di abbattere delle barriere: quella digitale di internet, permettendo ai ragazzi di lavorare sui sentimenti attraverso la fotografia analogica e quella fisica che separa i circuiti dell’Arte Contemporanea, da contesti talvolta relegati ai margini, solo per il loro posizionamento all’interno della mappa (psico)geografica della città.

Identity è un progetto rivolto alle periferie Milanesi, ma soprattutto ai giovani ragazzi che le abitano, perché possano percepire l’Arte come un’opportunità e come un mezzo per elaborare il proprio vissuto, prendere consapevolezza di sé, del proprio potenziale creativo ed emanciparsi.

La scelta della fotografia come mezzo espressivo è volta a sottolineare importanti elementi di riflessione: quelli che vengono comunemente definiti ”errori” nel campo della fotografia possono trasformarsi in pregi, diventare valore aggiunto che conferisce autorialità e unicità al lavoro prodotto.

Nato da un’idea della fotografa Mara Palena e curato da T14: Matilde Scaramellini ed Elena Vaninetti, il laboratorio Identity ha avuto il suo primo ciclo di incontri nel quartiere Barona di Milano, grazie alla collaborazione con lo spazio Vivi Voltri Lab. Reso possibile dallo sponsor tecnico Lomography che ha messo a disposizione delle macchine fotografiche analogiche con le quali i ragazzi hanno esplorato il loro quartiere attraverso un obbiettivo, riportando dei risultati di autentica straordinarietà. Le foto, scattate senza nessun condizionamento esterno, sono state editate dai ragazzi stessi con l’aiuto di Mara Palena e delle curatrici e infine raccolte in una fanzine. 






 









ENG

Art needs to be a tangible matter that leads to a message of possibility. It embodies human rights, social links, inclusion becoming a creative vehicle for emancipation. Only in this way it can rise new possibilities leading to social integration. This project aims to to give young children living in the suburbs of Milano a chance to express their feelings through analog photography tearing down the existing barriers in the digital age.

The first workshop, developed in Milano in the Barona area, aims to tear down the barriers that divides the well known Art’s circuits from the surrounding areas of the city, creating a bond between different realities. We choose analog photography as a powerful communication tool.  We believe that every mistake could lead to a the triumph of artistic expression, to uniqueness and authorship. Born of the idea of the photographer Mara Palena, “Identity” has been developed and curated with T14: Matilde Scaramellini and Elena Vaninetti.

We would like to thank our sponsor Lomography, that supplied all the films and cameras giving the chance to the kids to see their neighbourhood through a lens.
The images has been shot without any outside influence. The edit has been made by young authors under the oversight of Mara Palena and the curators in order to make their own fanzine. A special thanks goes to our host Vivi Voltri Lab, to Officinaotto for the technical support and to Carmela Girasole and Gabriella Bartolomeo of Spazio Aperto Servizi that coordinated the activities.
















WORKSHOP, FANZINE AND EXHIBITION
CURATED BY T14 AND MARA PALENA


Authors, ages 11-16:
Abdel, Amina, Anna, Ashlee, Berly,
Elisa, Giorgia, Mariam, Omar, Jhoanna, Karim

.