(before) Parade



                                                                               







(before) Parade by Marilisa Cosello
curated by Luca Panaro 
03 Ottobre 2019



Twenty14 inaugura la sua nuova stagione artistica con (before) Parade, performance di Marilisa Cosello per la prima volta presentata al pubblico con la partecipazione di Livia Bonetti. Il lavoro è parte di una lunga ricerca dell’artista sul tema del controllo e si interroga sul ruolo che ognuno di noi interpreta all’interno della società e della propria esistenza. Come sottolineato nel testo critico del curatore Luca Panaro in (before) Parade una performer viene incaricata di “svolgere un’azione ginnica, come indagine sul linguaggio in uso alle ideologie dominanti, ancora capaci di sedurre il pubblico nonostante la violenza implicita nei gesti.”

Nata a Eboli (Salerno, IT) nel 1978 Marilisa Cosello vive e lavora  a Milano.
Formatasi in fotografia, belle arti e cinema, ha lavorato per 5 anni come news photographer, prima di capire che la realtà non esiste e quindi passare ad un approccio concettuale nella sua ricerca e pratica artistica. La sua pratica è caratterizzata dalla partecipazione del corpo e dalla costruzione di performance, creando un dialogo tra storia, cultura e strutture sociali. Il suo lavoro è stato selezionato come primo premio Fotografa Europea (Reggio Emilia) nel 2014 e 2016, menzione d'onore 2017, vincitore Lugano Photo Festival 2016, finalista Braga 2016, Photo Espana 2016, tra le altre mostre alla Fondazione Francesco Fabbri, Centrale Festival, Sifest, Biennale Mediterranea d'Arte a Sarajevo, Copenhagen Photo Festival, Milano Photo Festival, Palazzo delle Esposizioni Roma, Museo di Santa Giulia Brescia, Le104 Parigi. Il suo lavoro Esercizi Obbligatori e performance è stato selezionato nel 2019 per il Festival Circulations, Parigi. www.marilisacosello.com





















Twenty14 inaugurates its new artistic season with (before) Parade, performance piece by Marilisa Cosello performed by Livia Bonetti. The work is part of a long term research carried by the artist on the subject of control, exploring the role that each one of us play within the society and its own existence. As underlined in the critical text by curator Luca Panaro in (before) Parade a performer is asked to perform gymnastic routine, as an investigation into the language in use at dominant ideologies, still able to seduce the public despite the violence implicit in the gestures.

Born in Eboli (Salerno, IT) in 1978 Marilisa Cosello lives and works in Milano. Graduated in photography, fine arts and film, Marilisa worked for 5 years as a news photographer and after realizing that reality doesn’t exist, started working with a conceptual approach to photography.  Her practice is characterized by the participation of the body and the construction of the performance, a dialogue between history, culture and social structures. Her work was selected as the first European Photographer Award (Reggio Emilia) in 2014 and 2016, honorable mention 2017, Lugano Photo Festival 2016 winner, Braga 2016 finalist, Photo Espana 2016, among other exhibitions at the Francesco Fabbri Foundation, Centrale Festival, Sifest, Biennial of Mediterranean Art in Sarajevo, Copenhagen Photo Festival, Milan Photo Festival, Palazzo delle Esposizioni Roma, Museo di Santa Giulia Brescia, Le104 Paris. Her work Esercizi Obbligatori and performance was selected in 2019 for the Festival Circulations, Paris. www.marilisacosello.com